Il 29 luglio Microsoft ha rilasciato il suo nuovo sistema operativo. Un grande passo avanti

Microsoft ha rilasciato il suo nuovo sistema operativo, gratuito per (quasi) tutti gli utenti consumer.

I NUMERI

Windows 10 viene ancora oggi installato su 400 mila dispositivi diversi ogni giorno, cifra in calo ma comunque molto alta. A riportare i nuovi numeri è il sito Petri che cita fonti interne senza confermare i dati con alcuna documentazione. Nel primo giorno il sistema operativo è stato installato 14 milioni di volte, mentre nel primo mese si è mantenuta una media di 2,26 milioni di installazioni giornaliere.

Per la prima volta nella sua storia Microsoft concede una main release del suo sistema operativo in forma gratuita, almeno per buona parte degli utenti.
Dal 29 luglio 2015 e per i successivi dodici mesi, in pratica, Microsoft consente a quanti dispongono di una licenza Windows 7 SP1 e Windows 8.1 di scaricare una copia permanente di Windows 10 a costo zero. Si comincia da coloro che hanno già prenotato la copia del software online per proseguire via via con le altre richieste.

Per sapere come eseguire l’aggiornamento clicca qui.

Se non disponete di una licenza e volete acquistarne una, invece, potete farlo direttamente tramite il Windows Store: Versione Home, Versione Pro.

Vi consigliamo anche il blog Windows per avere maggiori info. The next generation of Windows: Windows 10.

LE PRINCIPALI NOVITA’

 Microsoft ha reso il sistema operativo per la prima volta, a tutti gli effetti, responsive, ovvero in grado di adattarsi perfettamente nell’interfaccia e nei processi a display di dimensioni miste. La cosa sancirà la morte effettiva di Windows Phone. Questo verrà sostituito da una vera e propria versione di Windows in grado di adattarsi in base alle esigenze – Windows Mobile.

 E le app? Microsoft ha aperto ufficialmente le porte allo sviluppo di applicazioni multipiattaforma.

EDIZIONI

  • Windows 10 Home
  • Windows 10 Pro
  • Windows 10 Enterprise
  • Windows 10 Education
  • Windows 10 IoT Core (per l’Internet delle Cose)
  • Windows 10 Mobile
  • Windows 10 Mobile Enterprise

DIFFERENZE PER VERSIONI DESKTOP (riportiamo la tabella Microsoft):

 windows10

Inoltre Cortana: l’assistente vocale ampiamente visto su Windows Phone, giunto in italiano solo recentemente, arriva anche sui dispositivi desktop.
Per il momento solo in inglese, Cortana permette di eseguire numerose operazioni completamente senza mani, anche tramite il comando “Hey Cortana“.

E un nuovo browser – Microsoft Edge – che non sostituisce in tutto e per tutto Internet Explorer.
Il motivo è semplice: molte aziende basano le proprie attività su ActiveX di IE, e Microsoft non se l’è sentita di costringere chiunque a cambiare. Il browser per gli “utenti semplici” diventa però Edge, supportato da un nuovo motore di rendering comune a Internet Explorer.

Con Windows 10 arrivano anche grosse novità per le applicazioni di sistema contenute. Le principali sono Calendario e Posta (ex-Mail), che finalmente si lasciano usare con piacere mettendo a disposizione una UI coesa, elegante, semplice da capire.

Piccole grandi novità anche per OneDrive, servizio di clouding di casa Redmond che finalmente guadagna una voce di default nell’explorer. Ciò che cambia concretamente è però la sincronizzazione selettiva, mediante la quale gli utenti possono scegliere finalmente singolarmente quale directory sincronizzare in the cloud. I file sincronizzati saranno oltretutto sempre disponibili.

Per leggere tutte le novità e avere i dettagli di ognuna vi invitiamo a leggere l’articolo di Ridble.

Buon Windows 10 a tutti!

 BringTech, we bring your business into the Cloud.

Share on LinkedIn4Tweet about this on TwitterShare on Facebook0Share on Google+0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *